Granetti rustici

Qualche anno fa, collaborando ad una bellissima iniziativa per promuovere il territorio e le eccellenze della nostra enogastronomia, ho imparato questo piatto della tradizione abruzzese: granetti o frascarelli (a seconda della zona). Rispetto alla ricetta originale ho inserito alcune varianti in base ai miei gusti: ovvero la sostituzione del guanciale con il prosciutto crudo e l’aggiunta di funghi pleurostus trifolati con aglio e prezzemolo.

Difficoltà: media

Ingredienti: cipolla bianca, prosciutto crudo a fette, fave, funghi pleurostus, farina di grano tenero, sale e acqua tiepida.

PROCEDIMENTO

Disporre la farina a fontana e aggiungere l’acqua tiepida con un pizzico di sale. Iniziare a lavorare l’impasto fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Iniziare quindi a sfilacciare l’impasto con il palmo della mano fino a sgretolarlo e piccare con un trinciante ricavando piccole palline di massa che poi saranno passate al setaccio per ottenerle della stessa grandezza. Far bollire l’acqua in una casseruola e aggiungere a i granetti appena ricavati. Contemporaneamente rosolare in una casseruola la cipolla tagliata a fettine sottili, ¾ di prosciutto tagliato a listarelle e i funghi lavati e sfilacciati con le mani seguendo le venature. Successivamente aggiungere le fave appena sbucciate e tagliate finemente (alcune lasciarle intere per decorare) e portare a cottura aggiungendo se necessario acqua calda. A parte in una pentola far friggere delle listarelle di crudo fino a farle diventare croccanti e che poi saranno usate come guarnizione del piatto. Continuare a mescolare i granetti che dopo circa un quarto d’ora saranno pronti. Scolare e versare in padella, mescolare e impiattare utilizzando il crudo croccante e le fave per decorare. Felice pranzo tra gusto e buon gusto!