La mia Pasqua 2019

Anche nei giorni di festa, se in programma c’è un pranzo a casa mia, amo alzarmi presto per aver il tempo di fare tutto con calma: una colazione in tranquillità, il tempo di cucinare le pietanze previste e naturalmente apparecchiare. Ormai mi conoscete, preparo centrotavola e segnaposto personalmente e seguo ogni dettaglio affinché la mia tavola sia curata ma non pretenziosa. Quest’anno ho giocato sul tema della natura: ho utilizzato un tronchetto cavo come base per il mio centrotavola che ho decorato con i fiori raccolti nella mia terrazza e delle candele a forma di uova dell’aspetto molto realistico, il tutto adagiato su una tovaglietta a forma di foglia. Per i segnaposto ho decorato a mano dei cartoncini sagomandoli a forma di uova ed unendoli a foglie e fiori veri. Utilizzo spesso i tovaglioli di carta per venire incontro alle esigenze dei miei ospiti, pur prediligendo quelli di stoffa. Con gli anni ho imparato che mettere a proprio agio gli invitati deve prevalere sull’estetica e sulla propria vanità. Il menù che ho proposto è stato decisamente tradizionale; le pietanze sono tutte opera mia tranne i dolci che sono stati acquistati.

PRONTA PER ACCOGLIERE I MIEI OSPITI

UN SEGNAPOSTO FATTO A MANO

IL MIO MENU’

ANTIPASTO E PRIMI PIATTI

SECONDI E CONTORNI

FRUTTA E DOLCI. ADORO LE TRADIZIONI: OGNI ANNO RICEVO IN DONO LA PUPA DI PASQUA